FANDOM


Template:Fumetto e animazione è il nome dell'anime televisivo tratto dal manga Capitan Tsubasa.

Prodotto e realizzato nel 1983 dalla Tsuchida Production,[1] si compone di 128 episodi che raccontano solo la storia dei primi 25 tankoubon. In Italia, l'anime appare nel luglio 1986, con i nomi cambiati poiché Mediaset lo aveva richiesto alla società di doppiaggio in quanto la loro policy era ed è quella di italianizzare o inglesizzare i nomi giapponesi [2] e con il titolo di Holly & Benji. Anche all'estero seguiranno tale modo di fare (per esempio nella versione francese, Olive et Tom, Benji Price si chiama Tom Price e Tom Becker si chiama Ben Becker; nella versione araba Holly si chiama Majid).

In Italia l'anime riscosse molto successo ed è proprio per sfruttare questo successo che Mediaset, quando decise di mandare in onda un altro anime sul calcio (Palla al centro per Rudy), decise di creare dei legami (inesistenti nella versione originale) tra Holly e Benji e Palla al centro per Rudy in modo da far aumentare l'audience del nuovo cartone. Per esempio nel primo episodio della serie si diceva che Rudy proveniva dalla Saint Francis, la squadra di Benji Price.

Esistono delle differenze tra manga e anime: sono state aggiunte parti nuove rispetto alla storia del manga come ad esempio la parte del mondiale di Parigi sognata da Holly la notte prima della finale Nankatsu-Toho (New Team-Toho). In questo sogno Tsubasa sognava che al termine del torneo delle elementari lui e i suoi amici/rivali fossero stati convocati nella nazionale juniores per giocare i mondiali di Parigi. In queste puntate Tsubasa e co. affrontarono avversarie fortissime come l'Inghilterra ai quarti e la Francia di Pierre in semifinale (in questa partita Tsubasa segnò persino un'autorete) riuscendo però a batterle raggiungendo la finale dove affrontò la Germania di Schneider. La Germania si portò in vantaggio di due reti ma il Giappone grazie alla sua grandissima determinazione riuscì a pareggiare. E proprio sul gol del 2-2 che si conclude il sogno di Tsubasa.

TramaModifica

Premessa: di seguito si useranno i nomi originali della versione giapponese.

La sfida tra Tsubasa e GenzoModifica

La storia parla di un ragazzino giapponese, Tsubasa Ozora (Oliver Hutton, soprannominato "Holly" in Italia) il cui obiettivo è vincere il Campionato mondiale di calcio. Figlio di un capitano di navi e di una casalinga, Tsubasa si trasferisce quando sta per iniziare l'ultimo anno delle elementari nella città di Nankatsu, dove entra nell'omonima scuola.

Dopo aver conosciuto Ryo Ishizaki (Bruce Harper in Italia), capitano della squadra delle elementari Nankatsu, decide di sfidare il portiere della rivale Shutetsu (Saint Francis nell'anime), Genzo Wakabayashi (Benji Price in Italia), che gode della fama di essere pressoché imbattibile, fama che appunto terminerà per colpa di Tsubasa.

Lo stesso giorno della sfida Tsubasa conosce Roberto Hongo (Roberto Sedinho nell'anime), grande giocatore brasiliano di origine giapponese amico del padre che per via di un problema agli occhi si era trovato costretto a terminare la carriera anzitempo. In segno di gratitudine diventerà l'allenatore personale di Tsubasa e ne affinerà la tecnica.

Dopo essere entrato nel club di calcio della Nankatsu, Tsubasa inizia la sua prima partita giocando come difensore nel derby con la rivale Shutetsu, impedendo a Izawa, Taki e Kisugi di segnare nel primo tempo, mentre nella ripresa lo vediamo in attacco permettere alla sua squadra di uscire imbattuta per la prima volta dal confronto con i rivali (per la cronaca la partita finisce 2-2 dts reti di Kisugi (S), Tsubasa (N), Wakabayashi (S) e Tsubasa (N)).

Il campionato delle elementariModifica

Il campionato regionaleModifica

La difficile partita contro la ShimadaModifica

Viene creata una squadra con i migliori elementi di tutte le scuole della città per affrontare le qualificazioni per la prefettura di Shizuoka al campionato nazionale, e Tsubasa ne diventa la punta e capitano. Dopo alcune partite vinte agevolmente, Wakabayashi si infortuna e la Nankatsu deve giocare la semifinale del campionato regionale contro la Shimada. La partita non inizia bene per la Nankatsu che si ritrova subito sotto di due reti ma grazie a una tripletta di Tsubasa negli ultimi minuti dell'incontro riesce a rimontare e a vincere.

La finaleModifica

Wakabayashi guarisce e può giocare la finale del campionato regionale. Tsubasa viene marcato stretto dagli avversari e nel primo tempo non riesce a segnare. Grazie alle parate di Wakabayashi il primo tempo finisce 0-0. Nella ripresa la squadra avversaria decide di utilizzare una tattica scorretta per segnare. 5-6 giocatori della squadra avversaria fanno fallo su Wakabayashi per infortunarlo cosa che poi avviene ma anche se infortunato Genzo riesce comunque a lasciare a secco gli avversari e Tsubasa con una tripletta fa vincere la Nankatsu 3-0. La Nankatsu è campione regionale e si qualifica al campionato nazionale.

Il campionato nazionaleModifica

La prima (e unica) sconfittaModifica

Inizia il campionato nazionale e la prima partita della Nankatsu, priva di Wakabayashi infortunato, è contro il Meiwa di Kojiro Hyuga. La partita inizia e Tsubasa segna l’uno a zero dopo aver vinto lo scontro con Hyuga. Il Meiwa pareggia con un tiro di Hyuga che fa finire in rete anche la riserva di Wakabayashi, Yuzo Morisaki. Ora il portiere ha paura della palla e Sawada segna il due a uno per il Meiwa approfittando della sua fobia. Tsubasa gli fa prendere coraggio insegnandogli che il pallone è un amico e non bisogna averne paura. Misaki segna il due a due. Nella ripresa vengono segnati molti gol, a un minuto dalla fine il risultato è sul 5-5. Alla fine è il Meiwa a vincere grazie a una rete segnata a pochi secondi dalla fine da Sawada. Tsubasa è scontento ma l’allenatore gli ricorda che nel girone anche la seconda passa e vincendo le altre partite la Nankatsu si qualificherebbe agli ottavi.

I gemelli acrobaticiModifica

La Nankatsu vince le altre partite e all'ultima giornata della fase a gironi affronta l'Hanawa dei fratelli Tachibana. L'Hanawa ha pareggiato 5-5 con il Meiwa e proprio per questo alla Nankatsu non basta il pareggio, deve per forza vincere. La prima a passare in vantaggio è la Nankatsu ma l’Hanawa non si arrende e i fratelli Tachibana con una loro tecnica acrobatica pareggiano. Si infortuna il difensore della Nankatsu Nishio che viene sostituito da Ishizaki che segna un autogol e porta l’Hanawa in vantaggio. Proprio Ishizaki si riscatta dell’errore rubando palla ai Tachibana e effettuando un lungo tiro che viene deviato da Misaki che segna il 2 pari. Tsubasa a pochi secondi dalla fine imita la tecnica dei Tachibana segnando il 3-2 che permette alla Nankatsu di accedere agli ottavi di finale.

Jun Misugi, il campione di vetroModifica

Agli ottavi la Nankatsu sconfigge la Naniwa del portiere Nakanishi (dall'enorme stazza fisica) per 5-1 e si qualifica ai quarti dove vince facilmente contro una squadra scarsa. La Nankatsu accede così alla semifinale dove affronta la Musashi del campione Jun Misugi. La fidanzata di Misugi rivela a Tsubasa che egli è malato di cuore e gli chiede di fargli vincere la partita. Lui risponde che non può perché vuole andare in Brasile e per andarci deve vincere il torneo e quindi non si può permettere di perdere quella partita. La partita inizia male per la Nankatsu, infatti Misugi segna subito il gol dell'1-0. Tsubasa riesce a pareggiare ma dopo quel gol non riesce più a segnare per via della tattica del fuorigioco utilizzata dalla Musashi. Misugi segna in rovesciata il gol del 2-1 e il primo tempo finisce così. Nell'intervallo, Misugi rimprovera la fidanzata per quel che ha detto a Tsubasa.

Nel secondo tempo la Musashi segna il gol del 3-1 con Honma. Tsubasa, pressato da quel che gli ha detto la fidanzata di Misugi, ormai è scoraggiato e si è ormai arreso ma Misaki e (dagli spalti) Wakabayashi lo fanno riprendere e riesce a segnare 2 gol in successione portando il risultato sul 3 pari. Misugi sente male al cuore ma riesce a segnare il 4-3. Sembra che vinca la Musashi ma a 15 secondi dalla fine Tsubasa fa un assist in rovesciata per Misaki che segna di testa poi allo scadere con un tiro dalla lunga distanza segna il 5-4. La Nankatsu rimonta in zona Cesarini ed è in finale.

La rivincitaModifica

In precedenza, nell’altra semifinale il Meiwa batte 3-2 la Furano con il rientro del portiere titolare Ken Wakashimazu rimasto fuori per quasi tutto il campionato per un infortunio; ma a fine partita Hyuga, provato dalla stanchezza, è sorretto dai compagni a fine partita, ma sarà in campo. Nella Nankatsu ritorna tra i pali Wakabayashi. La finale inizia e Hyuga si ostina a tirare da fuori area per infrangere la leggenda dell'imbattibilità di Genzo da fuori area. Tsubasa e Misaki tentano di segnare a Ken che però para tutti i loro tiri. Alla fine tirano contemporaneamente il twin shot che entra in porta. 1-0 per Nankatsu. Nella ripresa Hyuga tira dentro l’area di rigore e segna ben 2 gol anche a causa degli infortuni di Genzo, di Misaki e di Tsubasa. Ma allo scadere Tsubasa segna di rovesciata il 2-2.

Si va quindi ai supplementari, ma questi finiscono 2-2 (con gol annullato alla fine dei primi 15' di extra) e poiché il risultato è ancora in parità si giocano due ulteriori tempi supplementari. Wakabayashi propone a Tsubasa e Misaki di difendere nel primo tempo supplementare per poi attaccare nel secondo quando i due avranno più forze. Inizia il primo tempo supplementare e il Meiwa attacca mentre la Nankatsu si difende, nel secondo Tsubasa segna il gol del 3-2 in rovesciata. Hyuga prova a pareggiare sfruttando l’infortunio di Genzo ma Misaki salva sulla linea. In contropiede Tsubasa segna il gol del 4-2. La Nankatsu diviene quindi la squadra campione del Giappone categoria elementari. Hyuga viene invitato da due talent scout ad entrare nel Toho.

Tsubasa scopre che Roberto è partito in Brasile senza di lui. Tsubasa tenta di raggiungerlo all’aeroporto ma non ci riesce. Un mese dopo Misaki parte col padre per la Francia mentre Wakabayashi va con il suo personal trainer in Germania.

Il campionato delle medieModifica

Il campionato regionaleModifica

Nankatsu-OtomoModifica

Passano tre anni. La Nankatsu di Tsubasa ha vinto due campionati nazionali battendo in entrambe le finali la Toho di Hyuga. Ora vuole vincere anche il terzo per raggiungere in Brasile Roberto per diventare un giocatore professionista. In questi tre anni Tsubasa retrocede nella posizione di trequartista e regista, che non abbandonerà mai più.

La Nankatsu arriva alla finale del campionato regionale di Shizuoka dove affronta l'Otomo del bomber Shun Nitta e dei difensori Urabe, Nishio, Nakayama e Kishida. Nel primo tempo Tsubasa marca Nitta impedendogli di segnare poi quasi allo scadere del primo tempo segna con un gran tiro al volo. Nella ripresa Nitta prova a tirare al volo e dopo vari tentativi falliti riesce alla fine a segnare il gol del pareggio. Ma Tsubasa riesce però a segnare il 2-1 e subito dopo è Kisugi a segnare il gol del 3-1. Nitta non riesce più a toccare palla perché tutti i passaggi per lui vengono intercettati dai difensori della Nankatsu e la Nankatsu riesce così a vincere il campionato regionale e a qualificarsi al campionato nazionale

Toho-MusashiModifica

A Tokyo intanto si gioca la finale del campionato regionale di Tokyo, Toho - Musashi. Il Toho sta vincendo 3-0 grazie a una tripletta di Hyuga quando entra Misugi. Guidata dal "baronetto del calcio", che mette a segno un'incredibile doppietta, la Musashi rimonta fino al risultato di 3-2 ma infine il capitano è costretto a tornare in panchina a causa della sua malattia al cuore. Il Toho vince e si qualifica così al campionato nazionale. Alla fine della partita il suo ex mister Kira dice a Hyuga che ha perso la grinta e se vuole battere Tsubasa deve andare da lui a allenarsi. Lui lo fa e inventa un potentissimo tiro, il tiger shot. Ma l’allenatore del Toho, Kitazume, arrabbiato per il fatto che abbia lasciato il ritiro senza permesso lo mette fuori rosa.

Il campionato nazionaleModifica

Soda l'ammazza campioniModifica

Si giocano i trentaduesimi di finale e la Nankatsu incontra la Azumaichi di Makoto Soda. L’Azumaichi passa in vantaggio grazie al razor shot di Soda. Soda marca stretto Tsubasa e dopo ripetuti interventi al limite lo infortuna alla gamba; ma Tsubasa riesce comunque a passare a Takasugi che segna di testa il gol del pareggio. Soda smette di marcare Tsubasa e va al contrattacco ma il suo razor shot viene però parato da Morisaki. In contropiede Tsubasa segna il gol del 2-1. La Nankatsu accede così ai sedicesimi.

La catapulta infernaleModifica

La Nankatsu vince facilmente contro una squadra scarsa e si qualifica agli ottavi dove incontra l’Hanawa dei Tachibana. La Nankatsu si porta in vantaggio di due gol ma l’Hanawa non si arrende e i Tachibana accorciano le distanze con il nuovo tiro, lo Skylab Hurricane. Tsubasa subisce un infortunio alla spalla e nella ripresa l’Hanawa pareggia grazie a un altro Skylab Hurricane. Tsubasa riesce comunque a segnare in zona Cesarini il gol della vittoria che vale i quarti di finale.

Crisi e rimontaModifica

Ai quarti la Nankatsu incontra l’Hirado del difensore Jito e dell'attaccante Sano. Nel primo tempo l’Hirado domina e il primo tempo finisce 3-0 per la Hirado con doppietta di Sano e gol di Jito. Nella ripresa però Tsubasa segna una tripletta con il suo nuovo tiro drive shot portando il risultato in parità e negli ultimi minuti Taki segna il gol partita. Dopo una rimonta eccezionale la Nankatsu vince la partita e accede alle semifinali.

Tsubasa vs. MatsuyamaModifica

La Nankatsu affronta la Furano di Matsuyama. Matsuyama porta in vantaggio la Furano con l’eagle shot, Tsubasa pareggia i conti con il drive shot. La Nankatsu passa in vantaggio con Izawa, ma la Furano pareggia. In zona Cesarini arriva il gol del 3-2 per la Nankatsu realizzato da Tsubasa con il drive shot. Intanto Hyuga riesce a convincere il mister a fargli giocare la finale.

Tsubasa vs. HyugaModifica

Si gioca così la finale tra Nankatsu e Toho. Nei primi minuti Hyuga segna il gol del vantaggio per il Toho con il tiger shot ma pochi minuti dopo Tsubasa segna con il drive shot. Hyuga segna altri due gol e il Toho sta vincendo 3-1. Sembra finita ma Tsubasa non si arrende… Infatti nei minuti finali del primo tempo Tsubasa accorcia le distanze ritirando il tiger shot di Hyuga.

Inizia la ripresa e Tsubasa pareggia con una rovesciata. I 90 minuti terminano in parità e si devono giocare i tempi supplementari. Al 1° minuto dei tempi supplementari Tsubasa porta in vantaggio i suoi con il miracle shot poi si ritira in difesa a causa del suo infortunio. Ma al 30° Hyuga pareggia in rovesciata. Poiché nessuna delle due squadre ha vinto il trofeo va a tutte e due.

Cross-overModifica

Nell'episodio 14, "L'avversaria di Patty", compare, fra il pubblico spettatore, anche Yū Morisawa, alias Creamy, protagonista dell'anime L'incantevole Creamy. La si trova dietro alla postazione di tifoseria di Patty, sul lato destro dell'immagine.[3]

EpisodiModifica

20px Per approfondire, vedi la voce Episodi di Holly e Benji, due fuoriclasse.

Nomi squadreModifica

A sinistra il nome originale, a destra quello italianizzato/inglesizzato.

Nankatsu - Newppy
Shûtetsu FC - Saint Francis
Nankatsu SC - New Team
Hanawa SS - Hotdog
Musashi FC - Mambo
Meiwa FC - Muppett
Toho - Toho
Furano - Flynet
Otomo - Otomo
Azumaichi - Artic
Naniwa FC - Norkfolk
Hirado - Hirado

Note Modifica

  1. Scheda su Animated Divots; S. Murakami. Anime in TV. Yamato Video, 1999, p. 79.
  2. Intervista alla società di doppiaggio di H & B
  3. Minuto 3'12"

Voci correlateModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale